Lela Cortesi Programma

PRIMO ANNO

Introduzione al canto come arte espressiva che coinvolge mente e corpo, come strumento di conoscenza del sé e di comunicazione verso chi ascolta.

Introduzione allo strumento voce: l’apparato fonatorio.

Esercizi di respirazione: rilassamento fisico e muscolare e sostegno. Conoscenza delle parti del corpo interessate e come interagiscono con la voce.

La postura: come acquisire una posizione corretta che non ostacoli la produzione del suono naturale.

La voce in maschera.

Il pasaggio di registro e la voce girata.

Allenamento con vocalizzi su intervalli, accordi (triadi) della scala maggiore per lo sviluppo della muscolatura a sostegno della voce, per comprendere lo spostamento della risonanza e per aumentare l’estensione.

SECONDO ANNO

Respirazione, rilassamento postura e sostegno: esercizi di mantenimento.

La voce in maschera.

La voce girata.

La voce nel musical e nel rock: il belting.

Allenamento con vocalizzi basati su triadi, quadriadi e rivolti della scala maggiore e minore naturale per lo sviluppo della muscolatura a sostegno della voce, per lo sviluppo dell’intonazione e dell’agilia’ vocale.

TERZO ANNO

Respirazione, rilassamento postura e sostegno: esercizi di mantenimento.

La voce in maschera.

La voce girata.

Il belting.

La voce mista.

Allenamento con vocalizzi su intervalli, arpeggi e scale (maggiore, minori, cromatiche, pentatoniche e blues) per lo sviluppo dell’intonazione, della muscolatura, dell’estensione, del sostegno, delle dinamiche, dell’agilita’.

QUARTO ANNO

Respirazione, rilassamento, postura e sostegno: esercizi di mantenimento.

La voce in maschera.

La voce girata.

Il belting.

La voce mista.

Twang e registro acuto.

Suono, passaggi di registro, dinamiche ed espressivita’.

Allenamento con vocalizzi su intervalli, arpeggi, scale (maggiori, minori, pentatoniche, blues e modali) per lo sviluppo della muscolatura, per l’estensione, il sostegno, le dinamiche, l’agilita’ e l’intonazione.

QUINTO ANNO

Vocalizzi per il consolidamento di tutte le qualita’ vocali studiate con diversi livelli di difficolta’ in relazione all’agilita’, all’intonazione e al controllo del proprio suono.

Live e studio: come prepararsi e come affrontare i diversi ambienti lavorativi.

– Repertorio

Lungo il percorso, grande importanza verra’ data anche allo studio di brani allo scopo di:

-applicare i concetti appresi a livello tecnico e teorico (es. utilizzo delle diverse qualita’ della voce, passaggi di registro, respirazione, sostegno ecc)

– avere un approccio metodologico allo studio di un brano: gli stili e le strutture, la melodia e l’accompagnamento, il testo e la dizione ( difficolta’ che si possono incontrare cantando in lingue differenti )

– imparare ad interpretare un brano, partendo dall’analisi del testo e dal suo significato

– lavorare sull’espressivita’: acquisire e sviluppare un proprio linguaggio vocale ed artistico

– imparare come utilizzare il microfono

La scelta dei brani sara’ fatta sia sulla base di necessita’ didattiche, prendendo in considerazione il grado di difficolta’ e il livello di preparazione degli allievi, sia in accordo con gli allievi stessi e i loro interessi musicali.

– Percorsi individuali personalizzati

E’ importante sottolineare che il programma sopra riportato sara’ adattato agli interessi, alle esigenze e al livello di ogni singolo allievo, allo scopo di definire al meglio percorsi di studio personalizzati.

– Bibliografia:

Teoria Musicale – Luigi Rossi, Edizioni Carrara

Cantar Leggero – Paolo Cattaneo, Massimo Guasconi, ADLE Edizioni

La Grammatica Della Musica – Otto Karolyi, Einaudi

Armonia e Teoria – Keith Wyatt & Carl Schroeder, Carisch

Laura Conti – ”Master in canto Jazz – Vocal ki L’Arte del suono” ed. Ricordi


  TORNA ALLA PAGINA DOCENTI

©2017 Ass. Cult. Accademia della Voce. Tutti i diritti riservati. | P.IVA e C.F. 04608660967